CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Donne e lavoro: in Alleanza si respira la parità

Posted by Redazione on 08/03/18 15.20

Donne e lavoro: in Alleanza si respira la parità

Redazione 08/03/18 15.20 pubblicato in Alleanza Assicurazioni

Ogni 8 Marzo è un’occasione per festeggiare le donne, ma non solo: questa ricorrenza ci fa anche pensare, ogni anno, a qual è l’attuale situazione delle donne nel mondo, in particolare modo nella sfera lavorativa. La leadership femminile si sta rafforzando anche nel mondo del lavoro, scopri di più leggendo anche Entrare nel mondo del lavoro: consigli pratici.

In Alleanza il 47% della Rete di vendita è costituito da donne, un dato decisamente fuori dagli standard, che ci pone ai primi posti delle aziende in Italia per la presenza di quote rosa.

Per questa occasione speciale abbiamo scelto di intervistare Rosa Gerarda Cataldo, una delle donne della nostra rete per chiederle di raccontarci la sua esperienza. 

 

Rosa, quale è stato il suo percorso in Alleanza?

Sono entrata in azienda 12 anni fa a Roma. Avevo 26 anni, avevo da poco terminato gli studi universitari e dopo un paio di esperienze lavorative ho fatto un colloquio in Alleanza Assicurazioni. Da quel momento la mia crescita professionale è stata, anche se impegnativa, inarrestabile.

Ero una neolaureata timida, ingenua e sognatrice ma tenace e con una forte propensione al gioco di squadra: di Alleanza mi ha affascinato sin da subito l’ambiente lavorativo che ben si adattava al mio modo di essere e di pensare “Tutti proiettati al raggiungimento degli obiettivi, basato su una sana competizione”. Da allora ho attraversato quasi tutti i passaggi della scala gerarchica. Sono contenta di far parte di un sistema dove la donna non è discriminata, bensì valorizzata laddove dimostra di avere capacità, competenze e preparazione per poter ricoprire incarichi più importanti.

 

Secondo lei perché Alleanza ha un tasso così alto di donne? Quali sono gli asset che rendono così attrattivo un posto di lavoro per le figure femminili?

Il lavoro in Alleanza si adatta alle caratteristiche tipiche di una donna: una forte propensione alla pianificazione, il saper affiancare le persone e accompagnare verso il traguardo i propri collaboratori, dando la giusta attenzione ai clienti. L’essere disponibili, intuitive, multitasking e con una propensione per la cura dei dettagli.

Le leve che attraggono in questa azienda sono: la flessibilità, le opportunità di crescita professionale, la possibilità di fare un lavoro rimanendo se stesse e, da ultima, la non scontata meritocrazia (di questo tema ne abbiamo già parlato qui: "I 5 falsi miti della meritocrazia sul lavoro!"). 

 

Secondo lei qual è il valore aggiunto che una donna può portare all'interno di un'azienda? 

Nel mondo digitale l'evoluzione avviene a ritmi una volta nemmeno immaginabili. Per questo è fondamentale essere sempre aggiornati ed essere pronti a modificare la propria strategia in un contesto che cambia. La curiosità, la flessibilità e la rapidità di azione sono fondamentali. La leadership femminile, caratterizzata dalla capacità di ascolto, dall'abilità di sintesi tra diversi punti di vista e dalla rapidità di esecuzione è quindi particolarmente preziosa.

 

Quali skills deve avere una donna oggi, per avere successo nel lavoro? 

Oggi una donna deve mettere in campo più le abilità legate al carattere che non al titolo di studio: bisogna sfoderare più intelligenza emotiva rispetto al sapere tecnico. Non basta fare un lavoro ineccepibile: bisogna mettere in campo il pensiero critico, il sapere quando ascoltare e quando agire. Questo non significa che si possa accantonare la preparazione, ma solo che essa diventa inutile senza attitudini come la capacità di persuasione, di negoziazione o di problem solving. 

 

Quali strumenti possono aiutarla a raggiungere il proprio obiettivo lavorativo? 

Io credo nei corsi di formazione per far emergere la leadership femminile e nei momenti di confronto con altre donne manager, nonché nel costruire insieme un ambiente in cui le figure femminili non debbano dimostrare di più per ottenere la stessa posizione o considerazione di un uomo.

 

Ha un consiglio o una riflessione per tutte le donne che ci leggono? 

Mi rivolgo alle donne che vogliono emergere, ambiziose, determinate, che vogliono mettersi in gioco: noi abbiamo la fortuna di avere delle doti innate e abbiamo il dovere di sfruttarle al massimo per raggiungere posizioni di successo o di potere. 

Non dobbiamo mai permettere alla pigrizia intellettuale ed emotiva di prendere il sopravvento. 

Tutte le nostre attitudini devono essere allenate e coltivate attraverso la conoscenza: siate caparbie, non datevi per vinte. 

Il lavoro in Alleanza Assicurazioni mi ha consentito di superare fino ad oggi tutti i miei limiti, perché io non mi sono mai fatta limitare da essi.


Grazie a Rosa Gerarda Cataldo per aver condiviso la sua esperienza personale. 

Essere una donna in carriera, al giorno d’oggi, è una sfida e un’opportunità: come scriveva Oriana Fallaci, “essere donna è un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai.”  

Se sei interessato a saperne di più, leggi anche Millennials: come inserirsi nel mondo del lavoroscarica il glossario qui sotto e indaga il nostro mondo!

Buona festa della Donna!

 

Il Glossario del consulente assicurativo!

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!