AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Fare carriera in Alleanza Assicurazioni: tutto quello che devi sapere

Posted by Redazione on 27/08/19 12.54

Fare carriera in Alleanza Assicurazioni: tutto quello che devi sapere

Redazione 27/08/19 12.54 pubblicato in Alleanza Assicurazioni

Lavorare nel settore assicurativo è sicuramente un'attività sfidante e sempre ricca di stimoli. Non è sufficiente vendere, bisogna saper mettere al centro di tutto il cliente, comprenderne i bisogni e avere un metodo di lavoro distintivo, organizzato e molto orientato al teamworking.

Se sei convinto che la carriera nel mondo assicurativo sia la tua vocazione, ecco alcuni consigli utili!

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

LE 10 SKILLS DEL CONSULENTE ASSICURATIVO!

10skills-1

Abbiamo già affrontato il tema dello scrivere un buon CV per il settore assicurativo al link: "Qual è il cv perfetto per trovare lavoro nel settore assicurativo?" e abbiamo anche già parlato del progetto Generazione Alleanza. Per diventare un buon consulente assicurativo, però, ci vuole impegno continuo. Non basta vendere: bisogna saper mettere al centro di tutto il cliente, capire le sue esigenze e adottare un metodo di lavoro distintivo.

Lavorare in Alleanza, infatti, significa molto più che fare l’assicuratore. Per questo i nostri consulenti sono campioni in 10 skills specifiche. Ecco l’elenco.

  • Integrità: professionalità e integrità sono qualità irrinunciabili.
  • Competenza ed eccellenza: un buon consulente assicurativo investe su di sé e nel suo team, si informa, chiede, organizza e partecipa attivamente e con curiosità ai momenti di formazione. 
  • Passione e preparazione: è necessario dimostrare passione per il lavoro e avere la capacità di contagiare gli altri con il proprio entusiasmo.
  • Vicinanza: la vicinanza al cliente è quello che rende un consulente assicurativo molto di più di un assicuratore.
  • Valorizzazione delle relazioni: l’orgoglio di far parte di un team, elemento risonante di un clima positivo, di fiducia nel management e nelle strutture di riferimento.

Continua a leggere >

 

CAREER DAY E ALLEANZA: UN BINOMIO DI SUCCESSO

career

I career day sono una bella opportunità sia per gli studenti sia per le aziende: i laureandi hanno l’occasione di un primo approccio con aziende qualificate, mentre quest’ultime colgono la possibilità di venire in contatto con giovani di talento. 

Ma come funzionano i Career Day, e come si possono sfruttare al meglio? Lo abbiamo chiesto a Sara Gallotti, che fa parte del team delle risorse umane di Alleanza Assicurazioni. 

 

Ciao Sara, iniziamo indagando il rapporto fra Alleanza Assicurazioni e le università: quanto è importante la relazione fra le due parti per cercare i talenti? 

La collaborazione fra aziende e università crea benefici per entrambe le parti: l’università diventa un luogo in cui domanda e offerta si incontrano, nel senso che le aziende vengono a contatto con ragazzi preparati, freschi di studi e, viceversa, essi incontrano l’opportunità lavorativa di cui le aziende dispongono. 

 

Dunque anche il Career Day è un modo per scegliersi?

Sì, i Career Day sono un modo per scegliersi, sono l’inizio di una storia: se ci siamo scelti bene prima, poi restiamo insieme dopo. In Alleanza vorremmo dei talenti che siano contenti e motivati, e per ottenere questa condizione l’interazione deve funzionare da entrambe le parti. Si comincia a dialogare con il proprio candidato e ci si sceglie (o no) già prima di arrivare in azienda per un colloquio.

 

Come si svolge un incontro al Career Day? Alcune domande tipiche dei ragazzi sono: ma ci fanno un colloquio? Bisogna prepararsi anche in lingua inglese? Cosa richiedono le aziende durante l’incontro?

Come primo step le università appendono in bacheca le informazioni riguardo alle aziende che parteciperanno ai Career Day: come passo iniziale, quindi, sono i giovani a dover andare a raccogliere informazioni sulle aziende. Consiglio ovviamente di presentarsi solo alle aziende per cui davvero si nutre un interesse: i selezionatori si accorgono se uno passa solo per lasciare un CV o se c’è qualcosa di più. 

 

E quando i ragazzi tornano a casa? Cosa succede ai dati che vi hanno dato? Farete sapere l’esito dell’incontro? 

L’azienda dopo questa fase studia i CV arrivati e le info apprese, analizza i profili in linea con quelli ricercati anche dal punto di vista delle soft skills.

 

Se a seguito del Career Day uno studente è interessato, può ad esempio cercarvi su LinkedIn per contattarvi?  

I ragazzi possono contattarci e seguirci su LinkedIn per conoscere meglio il nostro mondo.

Continua a leggere >

 

Cerchi un'opportunità lavorativa nel mondo assicurativo? Inviaci la tua candidatura!

QUALI STEP BISOGNA SUPERARE PER LAVORARE IN ALLEANZA ASSICURAZIONI?

stepVuoi diventare consulente assicurativo di Alleanza ma non sai quali sono i passi da affrontare per accedere a questa carriera? Sei capitato sull’articolo giusto! Abbiamo intervistato Stefano La Noce, Training and Development Manager di Alleanza Assicurazioni, per sapere nel dettaglio quali sono le fasi di reclutamento e selezione, come bisogna prepararsi per i vari step, quali sono le tempistiche del processo e qualche consiglio utile su come affrontare le prove al meglio. Andiamo dritti al sodo!

 

Stefano, qual è il primo passo che devo fare se voglio candidarmi per diventare consulente assicurativo in Alleanza?

Per candidarsi esistono tre modalità: 

  • online: visitando il sito di Alleanza alla pagina “Lavora con noi”;
  • contattando direttamente un’agenzia sul territorio;
  • lasciare il proprio CV agli eventi di recruitment.

Quali sono, in ordine, tutte le fasi di reclutamento e selezione?

Nella fase di raccolta della candidatura, qualsiasi sarà il canale scelto, il candidato riceverà un link per rispondere ad alcune domande conoscitive che ci consentono di inquadrare il profilo del candidato.

Una volta inviata, si riceverà una mail con la proposta di data e ora per un primo colloquio conoscitivo. Ogni intervistato riceverà l’esito dell’incontro, se positivo si procederà al secondo colloquio, che approfondisce i valori dell’azienda, l’identità professionale di chi lavora come consulente assicurativo e le motivazioni del candidato rispetto al ruolo da ricoprire.

Superati i due colloqui, c’è un terzo step fondamentale: la Convention, ovvero un evento in cui una rosa di candidati incontra i manager di Alleanza.

In breve: i primi due colloqui servono ad Alleanza per conoscere il candidato, mentre il terzo serve al candidato per conoscere bene Alleanza.

Superato anche questo step, si procede con il colloquio di gruppo nel quale verranno osservate soft skills e capacità di lavorare in team. 

I candidati ritenuti idonei diverranno consulenti assicurativi e potranno ufficialmente far parte di Alleanza Assicurazioni iniziando così il loro percorso di formazione e affiancamento.

Continua a leggere >

 

Vorresti iniziare un percorso formativo e di crescita professionale nel mondo assicurativo? Clicca qui sotto e inviaci la tua candidatura!

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

ALLEANZA ASSICURAZIONI REINVENTA IL RUOLO DEL CONSULENTE ASSICURATIVO!

cover_alleanza-3

Il consulente assicurativo è una di quelle professioni che non conosce crisi e ne abbiamo già parlato in questo articolo “Aria di crisi? Non in questi settori: ecco dove trovare lavoro!" 

Nonostante ciò, se chiediamo a un giovane che cosa significa fare il consulente assicurativo, spesso la risposta che riceviamo è approssimativa: sembra che questo lavoro non sia abbastanza conosciuto e soprattutto che sia legato a vecchi pregiudizi sul ruolo dell’assicuratore.

Proprio per questo, abbiamo deciso di indagare il fenomeno più a fondo e ne abbiamo parlato con Stefano Fava, Responsabile della struttura di Network Governance di Alleanza Assicurazioni e Project Manager di “Generazione Alleanza”.

 

#1 Stefano, quale sarà il futuro di una professione come quella del consulente assicurativo?

Con l’avvento del terzo millennio, e nello specifico della digital transformation, sono cambiate le abitudini di consumo delle persone. Si pensi ad esempio al diffondersi di piattaforme online e a come queste abbiano cambiato il modo in cui fruiamo ogni giorno di prodotti e servizi. Molti lavori sono cambiati, alcuni sono scomparsi.

 

#2 Nonostante tutto, il ruolo del consulente assicurativo sembra comunque non attrattivo. Cosa significa esattamente svolgere questo mestiere?

È vero, il ruolo è legato a preconcetti sbagliati: ma oggi fare il consulente assicurativo in Alleanza è molto di più che vendere delle polizze. In particolare, svolgere questo mestiere significa:

  • Imparare una professione in un contesto giovane, dinamico, pieno di passione e “social”, dove la relazione sia interna tra collaboratori sia con i clienti diventa centrale.
  • Essere supportati da tecnologia innovativa, non a caso Alleanza è la prima rete digitale in Europa
  • Gestire un portafoglio di clienti e di famiglie che Alleanza ti affida raggiunto un adeguato livello di formazione.

#3 Quindi, è un lavoro che possono fare tutti?

Non è un lavoro per tutti.
È necessario un elevato livello di competenze sia relazionali che organizzative e, con la crescita della posizione all’interno dell’azienda, anche gestionali/manageriali. Noi accompagniamo le persone nel percorso di inserimento e di successivo consolidamento e crescita, andando ben oltre la sola formazione iniziale che consente l’iscrizione al Registro Unico Intermediari assicurativi.

 

#4 Come si può fare, allora, per entrare a far parte della Rete Alleanza?

Alleanza ha lanciato un progetto, Generazione Alleanza  che ha al proprio centro il ruolo del consulente assicurativo, disegnato sul tema delle aspettative, delle ambizioni e delle preoccupazioni della generazione dei Millennials. Tutto è partito da uno studio che abbiamo effettuato per indagare meglio il rapporto di questa generazione con il mondo del lavoro ed è emerso che i Millennials cercano attività professionali che valorizzino merito, autonomia, tecnologia e relazione.

 

#5 Avete già ricevuto dei feedback dai collaboratori entrati nel vostro mondo attraverso Generazione Alleanza?

Siamo solo all’inizio del progetto, ma i primi feedback sono positivi: ci dicono che, rispetto al mondo del lavoro attuale, l’offerta di Generazione Alleanza ha il plus di non porre limiti temporali o di guadagno. Infatti non offriamo stage o percorsi a tempo determinato, ma una professione, e più una persona lavora sodo più può raggiungere traguardi di soddisfazione.

Continua a leggere >

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

GENERAZIONE ALLEANZA: IL NUOVO CONSULENTE ASSICURATIVO DI TALENTO!

generazione_alleanza-2

Oggi vogliamo parlarvi di Generazione Alleanza. Che cos’è? In una frase: il progetto di Alleanza Assicurazioni per trovare nuovi talenti, con focus sui Millennials, da avviare alla professione di consulente assicurativo: una nuova identità professionale, basata su un nuovo modo di fare consulenza (ecco un articolo al riguardo: "Nasce un nuovo mestiere: il consulente assicurativo Alleanza!") . L’obiettivo è quello di ridisegnare il modello di sviluppo professionale e trovare persone di talento che possano riconoscersi nei nostri valori. Perché fare l’assicuratore è molto di più che fare l’assicuratore.

Generazione Alleanza è un percorso strutturato e innovativo che garantisce una prospettiva di crescita professionale e prevede un ampio investimento in formazione. Infatti, nel solo 2016 Alleanza ha erogato oltre un milione di ore di formazione. Ai giovani selezionati il programma offrirà l'inserimento, come junior account, sostenuto da un programma di formazione, di affidamento di un portafoglio clienti e di affiancamento sul campo. Il progetto rientra nella strategia di Generali Country Italia volta a favorire l’avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro: una strategia che quest’anno ha visto l’accordo con il Ministero del Lavoro su “Garanzia Giovani”, per aumentare i tirocini formativi e il livello di occupabilità dei Neet (di cui abbiamo parlato qui); e l’iniziativa avviata con Job Select e Regione Veneto che prevede percorsi di formazione in aula seguiti da un tirocinio in azienda.

Continua a leggere >

 

E-LEARNING IN ALLEANZA: FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO SUL LAVORO

e-learning

La formazione in impresa è sicuramente un asset importante per allenare le proprie capacità, mettersi alla prova e non far assopire il proprio talento. Ma quale forma può prendere la formazione in azienda? 

Parlare di e-learning in Alleanza cosa vuol dire esattamente? Quali corsi è possibile seguire? Ci sono degli incentivi per chi vuole formarsi in questo modo? Abbiamo intervistato Stefano La Noce, Training and Development Manager di Alleanza Assicurazioni, per avere tutte le riposte: scoprile in questo articolo! 

 

Partiamo dalle basi: che cos’è per Alleanza l’e-learning e come funziona?

L’e-learning rappresenta per Alleanza uno strumento fondamentale per supportare la Rete nello svolgimento della propria attività e nello sviluppo della professionalità del personale. Siamo partiti quasi 2 anni fa e abbiamo sviluppato una piattaforma, Alleanza Digit@LLearning, che propone diverse modalità di apprendimento (moduli e-learning, simulazioni, video, documenti scaricabili etc.) fruibili in mobilità attraverso tablet o pc e visibili anche dal proprio smartphone.

 

Quali corsi di aggiornamento è possibile seguire in Alleanza? Quali temi si affrontano? 

I temi dei corsi sono molteplici: se da un lato si usufruisce di una serie di contenuti tecnico-normativi richiesti dagli enti di Vigilanza, dall’altro si possono trovare contenuti soft legati ai temi della relazione, della comunicazione e della gestione delle risorse, ma anche contenuti più tecnici legati all’apprendimento di strumenti e processi. 

 

Quali vantaggi prevede l’e-learning rispetto alla formula d’apprendimento tradizionale? 

L’e-learning permette una formazione continua e libera all’interno della propria giornata. Non esistono vincoli di tempo o di luogo, e questo è il più grande vantaggio rispetto alla formazione tradizionale: con l’e-learning posso accedere ai corsi da casa, come dall’ufficio o da qualsiasi altro luogo. La formazione è organizzata secondo obiettivi formativi specifici e segue le necessità degli utenti.

Continua a leggere >

 

Se sei interessato a entrare all’interno di questo mondo e a coltivare il tuo talento, scopri altri consigli su come migliorare il tuo CV e invia la tua candidatura!

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!