AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Il Vademecum essenziale per il tuo Personal Branding

Posted by Cristina Magaglio on 25/07/18 7.55

Il Vademecum essenziale per il tuo Personal Branding

Cristina Magaglio 25/07/18 7.55 pubblicato in Personal Branding

Fare Personal Branding è una pratica sempre più essenziale per promuovere se stessi e ne abbiamo già parlato al link Personal Branding: cos’è e come usarlo al meglio.
In questo articolo troverai invece un vademecum utile per svilupparlo. 

 

Paper Personal Branding

 

Se, prima di iniziare a investire tempo per creare il tuo Personal Branding vuoi approfondirne la sua utilità, leggi Perché è utile sviluppare il Personal Branding?

 

#1 Crea il tuo sito web o il tuo blog personale e rendilo unico

I social possono aiutarti nello sviluppo della tua strategia, ma se vuoi fare un buon Personal Branding devi avere almeno un sito o un blog personale. Devi investirci del tempo e creare dei contenuti di qualità. In questo modo offrirai un valore reale al tuo pubblico, che ti riconoscerà come un esperto nel tuo campo. Ricordati anche di mantenere un design coerente e personale: sito, blog, social e tutti i tuoi profili di tipo business devono avere un’immagine coordinata.  

 

#2 Determina quali sono gli obiettivi che deve raggiungere il tuo sito

Perché avere un sito? La risposta non è soltanto “per generare traffico”: poniti degli obiettivi SMART, cioè specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e temporizzati (da raggiungere entro un limite di tempo). In questo modo potrai tenere sotto controllo la situazione e misurare meglio le performances dei tuoi contenuti. Ad esempio, potresti avviare una campagna relativa ad un tema specifico con l’obiettivo di acquisire dei nuovi contatti e monitorarne l’andamento. 

 

#3 Fai "link building"

La visibilità di un sito o di un blog dipende da molti fattori: uno su tutti, la qualità e quantità di link che rimandano alle pagine da te scritte. Fare un buon link building è una strategia utile per posizionarti al meglio sui motori di ricerca e rendere il tuo contenuto ottimizzato per argomento e parole chiave. Come? Parla dei tuoi contenuti sui gruppi, nei forum di settore, in tutti gli ambienti pertinenti, e cerca di puntare sulla qualità delle informazioni. Se i contenuti sono interessanti, i risultati non tarderanno ad arrivare. 

 

#4 Mantieni un design coerente su tutti i tuoi canali

Anche l’occhio vuole la sua parte. È giusto concentrarsi sulla qualità delle informazioni offerte, ma non dimenticare il design e la grafica: sono la ciliegina sulla torta di un progetto di Personal Branding ben riuscito e dimostrano che l’attenzione per il dettaglio porta ad un risultato di qualità, con il quale puoi differenziarti. Mantieni una grafica allineata su tutti i tuoi canali: sito, social e profili vari. Tutto deve ricondurre al tuo progetto, altrimenti che Personal Branding sarebbe? 

 

#5 Monitora il tuo Personal Branding online (e la tua reputazione)

Ci sono numerosi strumenti che permettono di analizzare il tuo Personal Branding: il più semplice e alla portata di tutti è quello di cercare se stessi su Google. Cosa dice di te il motore di ricerca? Quali risultati ti restituisce? Tenere traccia di queste informazioni è il primo passo per capire cosa migliorare! 

 

#6 Usa i tool di monitoraggio dei social per misurare reach ed engagement

Comprendere le dimensioni del tuo pubblico e il loro grado di interazione è importante per capire se la tua audience ti segue con interesse o se invece dovresti dare una sferzata di freschezza ai tuoi contenuti per renderli più appetibili. Per farlo, puoi utilizzare gli strumenti a disposizione all’interno dei social (gli insights di Facebook o di Instagram ad esempio), oppure affidarti a soluzioni più professionali se hai un’attività di Personal Branding già ben avviata. Ad esempio, potresti valutare Talkwalker oppure Hootsuite. 

 

#7 Interagisci con il tuo pubblico

Fai domande, chiedi cosa ne pensa il tuo pubblico, invita e stimola all’azione. Insomma, coinvolgi l’audience a prender parte ai tuoi contenuti di modo che si senta attiva ed importante. In fondo, tutto quello che fai, a livello di Personal Branding, ha come utenti finali i tuoi seguaci: loro possono darti il feedback migliore.  

 

#8 Rimani aggiornato sulle novità del tuo settore

Il mondo cambia velocemente, tu sei in grado di stargli dietro? Cerca di rimanere aggiornato nel tuo settore, informati, studia, partecipa ai gruppi coerenti con il tuo business e non perdere i trend del momento: oltre a offrirti spunti e materiale utile per il tuo blog, ti permettono di rimanere al passo con l’innovazione. 

 

#9 Crea e condividi informazioni di valore

Può succedere che nell’ambito del tuo business sia già stato detto di tutto e di più, oppure che ci siano più fonti autorevoli che parlano di determinati argomenti. Non importa, questo non deve scoraggiarti. Il tuo Personal Branding è unico perché tu sei unico. Quindi, parla della tua esperienza, metti a frutto le tue competenze anche se il tema è già stato affrontato molte volte. Impegnati per trovare una chiave di lettura che possa offrire qualità e valore ai tuoi contatti, e il gioco è fatto. 

 

#10 Partecipa ad eventi del tuo settore

Partecipare ad eventi specifici nel tuo settore è sia un modo per rimanere aggiornato sulle novità, sia un’ottima vetrina per fare Personal Branding. Otterrai due benefici: un networking di alto profilo e una visibilità senza paragoni. Poniti questo obiettivo: tentar non nuoce. 


Ora che conosci tutte le regole del gioco non hai più scuse: segui questo vademecum per ottimizzare il tuo Personal Branding e prendi ispirazione da questi 4 esempi di Personal Branding che hanno davvero funzionato. E se vuoi saperne di più sul Personal Branding, leggi Personal Branding: la guida definitiva per diventare un vero professionista!

Se stai partendo da zero o se vuoi ottimizzare il tuo Personal Branding, clicca sull’immagine qui sotto e scarica la guida sul Personal Branding!

 

Paper Personal Branding

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!