CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Le soft skills indispensabili per le professioni del futuro

Posted by Redazione on 11/06/19 12.04

Le soft skills indispensabili per le professioni del futuro

Redazione 11/06/19 12.04 pubblicato in Formazione

Il mercato del lavoro attuale, come ben saprai, è molto selettivo quando si tratta di valutare le tue hard skills, ovvero le competenze tecniche. Oggi il vero banco di prova in cui puoi ancora avere ottime chances per differenziarti e mostrare il tuo potenziale è quello delle soft skills, di cui abbiamo già parlato qui.

 

Iscrizione_Newsletter_Alleanza

 

Se vuoi conoscere meglio quali sono le soft skills digitali che ti consigliamo di sviluppare per la tua carriera futura, questo è l’articolo che fa per te!

 

LE PROSPETTIVE LAVORATIVE DEL FUTURO

Il mercato del lavoro globale è destinato ad essere sconvolto da una profonda trasformazione che avverrà nei prossimi 5 anni. Questo è il quadro tracciato dalla ricerca condotta dal World Economic Forum nel 2018. Se da un lato nei prossimi anni nuove professioni inizieranno a guadagnare rilevanza, dall’altro lato alcune figure professionali diverranno superflue. Nello specifico, la ricerca mette in evidenza come la percentuale delle nuove professioni che quest’anno si attesta intorno al 16% raggiungerà quota 27% entro il 2022.

Ma quali saranno i nuovi ruoli? Tra questi troviamo data analysts e data scientists, sviluppatori di software e applicazioni, e-commerce e social media specialists. Se quelle citate fin qui rappresentano professioni che richiedono certamente una buona dose di hard skills, esistono altre professioni emergenti che valorizzano al massimo le competenze trasversali. Tra di esse rientrano gli addetti al customer service, i professionisti in ambito sales e marketing, i trainer, gli innovation manager e tutte quelle professioni che pongono maggior enfasi sulla gestione del personale, della cultura aziendale e dell’organizzazione.

 

LE 10 SOFT SKILLS PIÙ RICHIESTE PER I LAVORATORI DEL FUTURO

Più che delle pure competenze, le soft skills sono attitudini personali che ti aiutano a integrarti con i colleghi, a lavorare bene e a portare valore e risultati alla tua azienda. Quali sono nel dettaglio? Ecco una panoramica:

  • Flessibilità mentale: riguarda la capacità che hai di adattarti a nuove situazioni, a rispondere in modo rapido ai cambiamenti;
  • Abilità nella negoziazione: è indispensabile per sapere cosa, come e quando fare qualcosa in base all’interlocutore che hai davanti a te;
  • Service orientation: padroneggiare questa competenza significa trovare soluzioni per aiutare colleghi e superiori a migliorare l’ambiente lavorativo attraverso la collaborazione;
  • Decision making: i dati prodotti da noi stessi e dagli oggetti che ci circondano aumentano di giorno in giorno e per questo divengono sempre più indispensabili figure in grado di analizzarli e che, sulla base degli insight, sappiano prendere decisioni coerenti agli obiettivi aziendali;
  • Intelligenza emotiva: riguarda la capacità di riconoscere e gestire le tue emozioni e quelle dei tuoi colleghi di lavoro;
  • Capacità di coordinamento: significa saper collaborare con un team adattandosi alle richieste, ascoltando i bisogni degli altri membri utilizzando l’empatia;
  • Gestione delle risorse umane: implica essere in grado di motivare le persone, valorizzare i talenti e prendere decisioni che facciano del bene a tutta l’azienda;
  • Creatività: si concretizza nella capacità di innovare e di ragionare “fuori dagli schemi” per proporre cambiamenti. La creatività spesso richiede anche coraggio!
  • Pensiero critico: permette di prendere decisioni ed elaborare soluzioni sulla base di analisi e valutazioni svolte con precisione, per riuscire a valutare nel dettaglio pro e contro di ogni possibile opzione;
  • Complex problem solving: possiedi questa soft skill se sei in grado di analizzare un problema in modo lucido, trovando rapidamente delle soluzioni senza fare in modo che il panico prenda il sopravvento. 

Per essere un candidato desiderabile devi restare aggiornato: le competenze trasversali, così come le hard skills, hanno bisogno di essere costantemente adattate al mercato del lavoro e alle richieste dei recruiter, che cambiano di pari passo.

Vuoi sapere come affrontare il tuo prossimo colloquio? Clicca qui sotto per ricevere l'infografica con i nostri consigli di stile!

 

Il colloquio di lavoro: consigli di stile

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!