AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Il valore del Personal Branding: sapersi raccontare è un'arte

Posted by Redazione on 16/07/19 11.00

Il valore del Personal Branding: sapersi raccontare è un'arte

Redazione 16/07/19 11.00 pubblicato in Personal Branding

Il Personal Branding non si improvvisa, è frutto di un’accurata analisi di se stessi e di una precisa pianificazione editoriale. Abbiamo già parlato di quali sono "Le domande più ricorrenti sul Personal Branding" e dei "6 errori da evitare". Ma quale ruolo ha in Alleanza Assicurazioni lo strumento del Personal Branding? L’abbiamo chiesto a Cristina Magaglio, Responsabile Comunicazione, Content & Media di Alleanza Assicurazioni.
Ecco la sua intervista!

 

1. COSA SIGNIFICA PER TE FARE PERSONAL BRANDING E PERCHÈ È IMPORTANTE PER I NEOASSUNTI?


Personal Branding è sicuramente una grande opportunità che ognuno di noi ha per raccontare se stessi in modo vero e autentico. Sia ben chiaro: non si tratta di un racconto patinato e idealizzato di chi siamo che metta in evidenza solamente i punti di forza. Al contrario, affinché il Personal Branding sia credibile e di conseguenza efficace deve esserci piena coerenza con chi siamo nella vita reale. Il Personal Branding non è utile solo a noi stessi per ampliare il nostro network, ma è un racconto che può essere d’ispirazione per tutta la nostra rete. Soprattutto per una persona giovane che si sta inserendo nel mondo del lavoro il Personal Branding offre la possibilità di mettere in risalto le ambizioni e quello che vorrebbe fare.

Per un giovane fare Personal Branding è utile se mostra coerenza con la persona che è nella realtà. I giovani dovrebbero puntare ad arricchire il proprio profilo sia con elementi professionali che non professionali per poter raccontare chi sono, i loro valori e le caratteristiche che potrebbero risultare interessanti agli occhi delle aziende e dei recruiter. La cosa importante, soprattutto per i neolaureati, è avere un buon mix tra esperienza, desiderata e hobby perché le caratteristiche della persona contano tanto quanto l’esperienza.

 

2. PERSONAL BRANDING E SOCIAL NETWORK PER ALLEANZA: COSA SIGNIFICA AVERE UNA "BELLA" PRESENZA SUI CANALI DIGITALI?

Avere una bella presenza suoi social network si lega molto al tema dell’educazione. Spesso e volentieri l’approccio comunemente adottato è molto push o, in altre parole, aggressivo. In realtà, spesso bisognerebbe scegliere la strada dell’educazione e della discrezione per non mettere in difficoltà altre persone. Prima di postare un qualsiasi contenuto, è bene chiedersi se quell’aggiornamento, così come il punto di vista espresso, possano arrecare un danno diretto ad alcune persone della propria rete. La coerenza comunicativa dovrebbe inoltre essere trasversale a tutte le piattaforme social. Ciò significa che l’immagine comunicata su Facebook o Instagram deve essere in linea, o quantomeno non deve contraddire, la professionalità comunicata su  LinkedIn. Anche se si tratta di piattaforme distinte che consentono di condividere aspetti diversi della propria vita e della propria professionalità, è importante che ci sia una coerenza di fondo.

Con il Progetto Simile Alleanza si muove proprio in questa direzione: si tratta di un progetto di social media education finalizzato a sviluppare una miglior relazione tra rete di vendita diffusa su tutto il territorio italiano e i clienti. Ogni consulente assicurativo di Alleanza rappresenta infatti un punto di riferimento per i propri clienti e per questo dovrebbe offrire loro contenuti che migliorino la consapevolezza delle loro esigenze. Aprendo una pagina pubblica ogni consulente ha la possibilità di continuare la conversazione con i propri clienti e di trattare argomenti che seguono tematiche ben definite.

 

3. PERSONAL BRANDING E LINKEDIN PER IL TOP MANAGEMENT DI ALLEANZA 


Oggigiorno è importante che anche il top management sia più esplicito e abbia una buona presenza su LinkedIn perché può essere di ispirazione per le giovani leve così come per i neoassunti. Per chi entra in un’azienda, soprattutto all’inizio, è fondamentale conoscere le persone che ne fanno parte e che guidano l’azienda. Le caratteristiche, le competenze e le opinioni del top management sono di valore e possono essere di ispirazione per la crescita e la formazione di tutti i dipendenti. In questo mondo social è necessario che le aziende, che sono fatte di persone, siano più vicine e raggiungibili mostrando sia il loro lato più umano, sia competenza e stile manageriale.

 

4. 5 TIPS PER MIGLIORARE RAPIDAMENTE IL PROPRIO PERSONAL BRANDING PER ENTRARE NEL MONDO ASSICURATIVO


Per iniziare a migliorare il tuo Personal Branding fin da subito, ecco alcuni consigli:

  • Esegui una corretta autovalutazione di te stesso. Analizza con cura i tuoi punti di forza e debolezza con l’aiuto di un tutor o di una persona fidata. Questo ti aiuterà da un lato a comprendere e a valorizzare i tuoi punti di forza e, dall’altro, a migliorare i tuoi punti di debolezza.
  • Dai valore alla tua rete. Non pubblicare contenuti solamente per riempire il tuo feed. Prima di condividere un aggiornamento con la tua rete, chiediti quale reale valore quel contenuto potrà dare a chi lo leggerà. Non limitarti a condividere un articolo, attira l’attenzione con una domanda e aggiungi sempre il tuo tocco personale offrendo uno spunto di riflessione originale. Solo così potrai prendere una posizione, mostrare alla tua rete ciò che davvero pensi e far trasparire la tua esperienza!
  • Cura l’estetica. Anche l’occhio vuole la sua parte, quindi presta attenzione alle immagini e alla grafica che scegli per i tuoi contenuti. Spesso nella comunicazione la forma è anche sostanza: il linguaggio che utilizzi, la scelta e la coerenza grafica comunicano indirettamente il tuo stile e il tuo punto di vista. Assicurati che non ci siano refusi e mantieni sempre un tone of voice che sappia comunicare il tuo stile.
  • Monitora i risultati raggiunti. Se pensi ancora che la comunicazione sia unidirezionale e che, una volta condiviso un contenuto non vi si debba più prestare attenzione, fai un passo indietro. I contenuti che pubblichi incontrano l’interesse della tua rete? Quali tematiche riscuotono più successo? L’unico modo per rispondere a queste domande è analizzare i risultati ottenuti dai tuoi post e i feedback che hai ricevuto dalla rete. In questo modo migliorerai la tua content strategy e otterrai nuovi spunti per le pubblicazioni future. Non male, non credi?

Grazie Cristina per i tuoi preziosi consigli! E tu sei pronto a metterli in pratica?
Clicca il bottone qui sotto ed entra anche tu nel network di Alleanza Assicurazioni!

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!