AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

3 TED Talks per migliorare le tue soft skills

Posted by Redazione on 17/09/19 9.00

3 TED Talks per migliorare le tue soft skills

Redazione 17/09/19 9.00 pubblicato in Formazione

Come abbiamo già visto, potenziare le soft skills è indispensabile per mantenere il tuo CV aggiornato e al passo con le richieste dei recruiter. Oggi vogliamo riprendere i consigli di alcuni esperti che hanno fatto i loro interventi motivazionali durante i TED Talks. Continua a leggere per scoprire come imparare ad ascoltare, come liberare la tua creatività e come esprimere il tuo dissenso anche davanti ai tuoi superiori.

Julian Treasure - 5 ways to listen better

Julian Treasure è un esperto di suoni e di comunicazione e, durante un TED Talk, ha messo in luce quello che a suo avviso costituisce un grande pericolo all’interno della società moderna, ovvero la perdita della capacità di ascolto.

Nel suo discorso offre 5 esercizi per imparare ad ascoltare meglio:

    • Il silenzio: concediti tre minuti al giorno di silenzio per ricalibrare il tuo udito così da percepire e apprezzare nuovamente la quiete.
    • Il mixer: se ti trovi in un ambiente particolarmente rumoroso, inizia ad ascoltare con attenzione. Quanti sono i canali che compongono il mix di suoni che stai ascoltando? Da dove provengono? Si tratta di un ottimo esercizio che ti aiuterà a migliorare la qualità del tuo ascolto.
    • Assapora il suono: inizia ad apprezzare i suoni comuni. Un esempio? Il rumore di un elettrodomestico può nascondere una melodia alla quale solitamente non presti attenzione, è quello che Julian definisce “coro nascosto” che è sempre attorno a noi anche quando non ce ne accorgiamo.
    • Le posizioni di ascolto: individua i filtri, ovvero quelle barriere che ti impediscono di apprezzare fino in fondo un suono. Spostati per eliminarlo e per apprezzare i suoni che si trovano in sottofondo.
    • L’acronimo RASA, che in lingua Sanscrita significa essenza. RASA quindi sta per:
        • Ricevere: ovvero fare attenzione alla persona che hai davanti, accoglierla e aprirti al dialogo;
        • Apprezzare: mostrare interesse verso il tuo interlocutore e il discorso tramite piccoli suoni come hmm, oh, ok;
        • Sintetizzare: la parola "quindi" è molto importante nella comunicazione;
        • Chiedere, in inglese Ask: poni sempre domande al termine del discorso.

La carriera nel mondo assicurativo è perfetta per te? Mandaci il tuo curriculum, ed entra a far parte di Generazione Alleanza! Clicca il pulsante qui sotto.

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

Julia Dahr - How to disagree productively and find common ground

Julia Dahr è una business strategist e si occupa di diffondere una cultura del dibattito positiva e propositiva che faccia emergere nuove idee rispettando il parere della controparte. Il dibattito, secondo Julia, dovrebbe basarsi sulla confutazione: l’idea è quella che tu riesca, attraverso prove tangibili, a smentire quanto detto dalla tua controparte e viceversa. Per poter fare questo, dovresti tuttavia iniziare con il trovare un terreno di discussione comune: identificando i punti di contatto sui quali entrambi potreste avere un’opinione condivisa è molto utile perché rappresenta il punto di partenza su cui instaurare un dibattito costruttivo. Il passo successivo sarà iniziare a conversare provando sempre a separare il concetto e l’idea di cui si fa portavoce una persona dalla persona stessa per evitare di attaccare direttamente il tuo interlocutore e farlo sentire minacciato. Così facendo infatti comprometteresti tutto il lavoro svolto fino a questo momento. Provando a fare tue le idee altrui riuscirai meglio a comprendere le vere motivazioni che sottostanno a quel pensiero, diverrai più umile e sarai maggiormente disposto a valutare altre opzioni e punti di vista in modo neutrale.

 

Tim Harford - A powerful way to unleash your natural creativity

Sicuramente qualcuno almeno una volta ti avrà detto che fare due cose contemporaneamente è come non farne nemmeno una. Tim nel suo discorso smentisce questa affermazione portando come primo grande esempio Einstein che, nel 1905 pubblicò 4 importanti articoli scientifici. L’autore ritiene che praticare quello che egli definisce “slow-motion multitasking” sia molto utile per stimolare la creatività, poiché permette a ogni individuo di passare da un progetto a un altro a seconda delle loro preferenze e della situazione. Quali sono i vantaggi di questo nuovo approccio?

  • La creatività spesso nasce nel momento in cui riesci ad estrarre il tuo oggetto di studio dal suo contesto originario. In quest’ottica, passare da un progetto all’altro, ti aiuterà a guardare da una prospettiva diversa anche le tue altre attività.
  • Generalmente imparare qualcosa di nuovo non è utile solo all’interno dell’ambito per cui la stai studiando ma, al contrario, ti può aiutare anche a risolvere problemi che riscontri in altre situazioni. Così come gli atleti praticano più sport per mantenersi sempre in allenamento, tu allo stesso modo puoi allenare la tua mente!
  • Lo “slow-motion multitasking” ti è utile anche nel momento in cui sei bloccato da un problema perché può darti il supporto di cui hai bisogno. Abbandonare momentaneamente quel progetto può rivelarsi una vera fortuna perché cancellerai gli schemi mentali entro i quali hai impostato il ragionamento con cui risolvere la problematica.

Vuoi saperne di più su come gestire più progetti contemporaneamente e rispettare le tanto temute deadline? Allora questo talk è ciò di cui hai bisogno, buona visione!

 

Questi sono solo alcuni consigli per continuare a restare competitivo agli occhi dei selezionatori: scegli le competenze sulle quali investire e diventa un vero professionista! Sei ancora indeciso su quale soft skill puntare? Se vuoi intraprendere una carriera nel settore assicurativo, clicca qui sotto per ricevere il nostro report e scoprire di più sulle competenze chiave del consulente assicurativo!

 

Competenze_Consulente_Assicurativo

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!