AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
logo_moltodipiu_blu

Un nuovo modo di parlare ai giovani e al mondo del lavoro

Digital Collaboration: come lavorare in squadra anche da remoto

Posted by Redazione on 11/11/20 9.40

Digital Collaboration: come lavorare in squadra anche da remoto

digital collaboration
Da: Redazione Pubblicato il: 11/11/2020
pubblicato in:
Condividi su:

Aggiornato a novembre 2020.

 

Inutile negarlo: la Digital Transformation ha davvero rivoluzionato il nostro modo di lavorare. Strumenti come il cloud, ad esempio, ci permettono di non essere più ancorati ad un dispositivo o a un luogo specifico e di condividere con estrema facilità documenti e informazioni, mentre le app di messaggistica istantanea ci permettono di comunicare anche a distanza.

Soprattutto gli ultimi mesi, in cui il lavoro agile è diventato la regola per sempre più persone, hanno dimostrato come l’uso della tecnologia non sia un fattore di isolamento ed esclusione: il lavoratore da remoto è un lavoratore collaborativo e lo smart working è un’attività che prevede comunicazione e team working.

Infatti, anche quando si usano i potenti mezzi della tecnologia e del web è sempre importante sapere come fare squadra: stiamo giocando tutti la stessa partita, nessuno corre da solo!

Per questo motivo, oggi ti parleremo di Digital Collaboration.

 

Ti senti pronto a dare il via alla tua carriera lavorativa? Inoltraci la tua candidatura: clicca il tasto qui sotto e completa i passaggi per entrare a far parte della più grande rete assicurativa digitale in Italia, quella di Alleanza Assicurazioni!

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

Cos’è la Digital Collaboration, le sue caratteristiche e gli strumenti

La Digital Collaboration è la capacità di lavorare in modo produttivo e coinvolgente tra colleghi, facendo squadra anche da remoto. Come? Sfruttando tutti gli strumenti digitali più opportuni, ma soprattutto allenando la capacità di comunicare in modo trasparente e completo con il proprio team distribuito.

Uno dei fattori principali di successo è, dunque, sicuramente possedere una buona web literacy, la capacità di utilizzare con dimestichezza e competenza i canali digitali e di sapersi muovere con disinvoltura nel variegato mondo del web.

Strumenti come Asana, Dropbox, iCloud, Wrike, ma anche strumenti non nati per scopi professionali come Messenger e Whatsapp, possono aiutare il team ad abbattere ogni ostacolo e barriera dati dalla distanza, grazie alla collaborazione digitale.

 

Quali skill servono per fare Digital Collaboration

Come abbiamo anticipato, per lavorare insieme occorre imparare a fare squadra, ovvero rendersi disponibile a integrare le proprie energie con quelle degli altri per il raggiungimento di un obiettivo comune.

Per farlo occorre mettere in pratica una serie di comportamenti tesi alla costruzione di una relazione, come partecipare alle attività valorizzando i contributi altrui, incentivare il dialogo, sviluppare i rapporti attraverso la comunicazione e l’ascolto e collaborare in maniera coerente e propositiva.

 

Oltre a questa capacità, che va affinata con l’esperienza e la flessibilità mentale, ti starai chiedendo cosa serva per fare dell’ottima Digital Collaboration. La risposta è: allenarsi a padroneggiare alcune indispensabili soft skill.

Quali?

  1. La capacità di saper scegliere lo strumento più adatto a rendere fruttuosa la Digital Collaboration;
  2. Essere capaci di co-creare, ovvero riuscire a creare insieme ai propri colleghi, attribuendo la giusta priorità a task e richieste diversi;
  3. Essere attenti al lavoro svolto dagli altri, di cui occorre seguire gli aggiornamenti con costanza e con cui occorre sincronizzarsi;
  4. Avere la determinazione di lavorare verso un obiettivo comune, con un concerto di sforzi ben organizzati e sfruttando strumenti sincroni (che comunicano in tempo reale) e asincroni (in cui lo scambio di informazioni non avviene in tempo reale);
  5. Saper sviluppare e comunicare una serie di aspettative e risultati condivisi.

 

Infine, menzioniamo un'altra rilevante skill da sviluppare per attuare la Digital Collaboration: l’orientamento ai risultati, ovvero riuscire a indirizzare il proprio e l’altrui impegno verso il conseguimento degli obiettivi previsti rispettando gli standard richiesti.

Come allenare questa capacità?

  1. Applicandosi costantemente per il raggiungimento dell’obiettivo;
  2. Fornendo stimoli per ricondurre l’azione nei binari previsti;
  3. Svolgendo le attività necessarie cercando di rispettare gli standard richiesti. 

digital collaboration


Quali vantaggi porta la Digital Collaboration?

Dopo questa breve “carrellata” di informazioni sulla Digital Collaboration, dovresti averlo capito: non possiamo più fare a meno di questo approccio al lavoro, soprattutto se si pensa ai numerosi vantaggi che si ottengono dall'uso di questa modalità. 

Innanzitutto la Digital Collaboration migliora l'interazione tra i vari gruppi di lavoro, ovunque si trovino le persone che ne fanno parte. In più, l'accesso alle risorse è facilitato, grazie all'uso di tool digitali che democratizzano la condivisione delle informazioni. Non solo, condividere aggiornamenti, news e conoscenze diventa molto più semplice, anche tra individui che lavorano in team diversi: questo migliora la "conoscenza condivisa", superando le barriere che possono instaurarsi tra un gruppo e un altro all'interno di una stessa organizzazione.

Tutto questo porta a due ulteriori benefici: aumentare la produttività dei team e agevolare i flussi di lavoro. Insomma, cosa aspetti a sfruttare la Digital Collaboration?

 

Essere un buon team player, esperto di Virtual Communication e pronto a dare il massimo, non dovrebbe mai mancare alla tua lista di skills. Per apparire interessante agli occhi dei recruiter continua a restare aggiornato: scarica il nostro report qui sotto e scopri tutti i dettagli sulle Digital Soft Skills!

Digital_Soft_Skills