AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
logo_moltodipiu_blu

Un nuovo modo di parlare ai giovani e al mondo del lavoro

Cos’è il Mese dell’Educazione Finanziaria 2020

Posted by Redazione on 07/10/20 9.30

Cos’è il Mese dell’Educazione Finanziaria 2020

mese dell'educazione finanziaria
Da: Redazione Pubblicato il: 07/10/2020
pubblicato in:
Condividi su:

Ci siamo: anche quest’anno da pochi giorni ha preso il via il Mese dell’Educazione Finanziaria di ottobre. L’iniziativa, giunta al suo terzo anno di attività, è stata creata nel 2018 dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, un organo di 11 membri, il cui direttore viene nominato dal Ministro dell’economia e dal Ministro dell’istruzione.

 

Cos’è il Mese dell’Educazione Finanziaria 2020 e qual è il suo obiettivo

Il Mese dell’Educazione Finanziaria ha lo scopo di aumentare la comprensione di quei temi legati al coordinamento e alla gestione delle risorse finanziarie, sia personali sia familiari, e dei prodotti assicurativi e previdenziali. Come nelle edizioni precedenti, tantissimi soggetti aderiranno anche quest’anno: aziende, scuole, società assicurative, associazioni di consumatori e molti altri. Non solo avranno luogo momenti di confronto, ma anche spettacoli e seminari informativi per fare propria l’educazione finanziaria in modo originale e appetibile, tutto gratuitamente e senza scopo di lucro.

Anche la scelta del mese di ottobre non è casuale: nella prima settimana trova spazio, a livello internazionale, la World Investor Week, una manifestazione volta a sensibilizzare le persone proprio nella gestione del risparmio.

Perché il Mese dell’Educazione Finanziaria è così importante e quale sarà il tema di quest’anno? Scopriamolo insieme.

mese dell'educazione finanziaria 2020
Mese dell’Educazione Finanziaria 2020: le scelte ai tempi della pandemia da Coronavirus

Covid19 non ha causato solo il ripensamento delle modalità con cui si svolgeranno le attività dell’iniziativa, che avverranno interamente online, ma ne sarà anche l’argomento principale. Oggetto di riflessione saranno infatti le scelte finanziarie migliori da compiere ai tempi del Coronavirus. Come cambiano tali decisioni dopo l’emergenza sanitaria? La trasformazione digitale offre nuove possibilità nei servizi finanziari a famiglie e imprese?

Generalmente gli italiani hanno parecchie lacune in materia di “letteratura finanziaria”. Secondo uno studio della Banca d’Italia, pubblicato a giugno 2018 e ancora assai attuale, gli italiani non sono ferratissimi in tema finanziario e di investimenti: la penisola si colloca al 63esimo posto su scala globale.

Le 2500 persone intervistate hanno ottenuto un punteggio basso: il “financial knowledge score”, misurato nella ricerca, si attesta in Italia a 3.5 su un massimo di 7 punti, inferiore al 4.3 ottenuto di media dagli altri Stati del G20. Una figuraccia a cui rimediare al più presto. Infatti, ciò che manca non sono forbite conoscenze dei meccanismi finanziari o di complesse manovre previdenziali, ma di semplici modalità di gestione dei propri risparmi.

Il gap che l’Italia ha con gli altri Paesi industrializzati è così notevole da rendere necessaria al più presto un’alfabetizzazione diffusa su mutui, conti correnti, assicurazioni, collocamenti di denaro e tutti le tematiche correlate. E proprio per questo il Mese dell’Educazione Finanziaria è tanto fondamentale.

 

Avere cura del proprio denaro e garantirsi il benessere economico non è una priorità solo individuale, bensì soprattutto sociale. Le famiglie devono poter conoscere come salvaguardare le proprie finanze e come garantirsi un futuro tranquillo, anche per i figli.

È necessario mettere da parte l’avversione verso i temi finanziari e contrastare la cattiva gestione degli investimenti e l’allocazione scorretta delle proprie risorse, superando un problema sociale e culturale che parte dallo scarso insegnamento scolastico e continua in età adulta, diventando un’ignoranza generalizzata e aggravata da un pizzico di pigrizia e diffidenza.

L’analfabetismo finanziario ha delle conseguenze gravi sul nostro Paese, ancora di più oggi a causa della crisi che tormenta molte famiglie post Covid19. Fortunatamente il Mese dell’Educazione Finanziaria le può attenuare.

mese dell'educazione finanziaria 2020


Anche quest’anno ci si attende un’edizione colma di adesioni, seguendo il trend positivo che ha visto il successo dell’edizione 2019 il cui tema era stato la previdenza. Il Mese dell’Educazione Finanziaria è un ottimo punto di partenza per il nostro Paese, l’inizio di un lungo percorso per incrementare le conoscenze finanziarie e previdenziali delle famiglie e dei singoli.

Alleanza e l’educazione finanziaria

Anche Alleanza è da sempre impegnata nel diffondere l’educazione finanziaria tra i suoi consulenti assicurativi e tra le famiglie clienti: infatti parteciperà al Mese dell'Educazione Finanziaria di quest'anno.

Qui di seguito potrai trovare i due eventi nazionali tenuti da Alleanza in versione web edition: il loro obiettivo è proprio quello di promuovere e estendere la cultura finanziaria nel nostro Paese.

All'interno dell'incontro si approfondirà quanto è importante possedere un'educazione finanziaria, con un focus sui bonus e sulle agevolazioni disponibili a sostegno degli italiani e sui consigli per pianificare al meglio i propri progetti.

I relatori dell'evento saranno Davide Passero, Amministratore Delegato di Alleanza, Mirko Barbera, Client Relationship Manager di Generali Investments e Claudio Grossi, Economista e Partner di Progetica. 

Questo webinar sarà utile per confrontarsi con dei professionisti del campo in merito alle forme pensionistiche e le novità previste dalla nuova riforma previdenziale.

Ospiti e relatori dell'evento saranno Claudia Ghinfanti, Responsabile Marketing di Alleanza Assicurazioni, e Andrea Carbone, Economista e partner di Progetica.

 

Le iniziative di Alleanza non hanno luogo solo nel Mese dell'Educazione Finanziaria, ma risalgono anche ai mesi scorsi. A febbraio, infatti, l'azienda aveva lanciato il Programma Nazionale di Educazione finanziaria 2020, un piano pensato anch’esso per ampliare la conoscenza su risparmi, investimenti, previdenza e protezione. Le attività, a causa dell’emergenza sanitaria, si sono poi svolte da remoto, senza intaccare però l’iniziativa.

Da anni Alleanza investe risorse e formazione per poter offrire una consulenza di valore elevato, sfruttando la tecnologia e gli strumenti digitali per arrivare nelle case delle famiglie con proposte innovative e su misura.

 

Sai che Alleanza Assicurazioni supporta i suoi consulenti assicurativi nel cammino per diventare consulenti finanziari? Una professione quanto mai centrale in Italia, di cui si ha davvero bisogno. Le candidature sono aperte: se vuoi entrare a far parte della nostra Rete, ti basta cliccare il pulsante qui sotto!

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni