AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Alleanza Assicurazioni reinventa il ruolo del consulente assicurativo!

Posted by Redazione on 03/07/18 16.25

Alleanza Assicurazioni reinventa il ruolo del consulente assicurativo!

Redazione 03/07/18 16.25 pubblicato in Alleanza Assicurazioni

Il consulente assicurativo è una di quelle professioni che non conosce crisi e ne abbiamo già parlato in questo articolo “Aria di crisi? Non in questi settori: ecco dove trovare lavoro!" 

Nonostante ciò, se chiediamo a un giovane che cosa significa fare il consulente assicurativo, spesso la risposta che riceviamo è approssimativa: sembra che questo lavoro non sia abbastanza conosciuto e soprattutto che sia legato a vecchi pregiudizi sul ruolo dell’assicuratore.

Proprio per questo, abbiamo deciso di indagare il fenomeno più a fondo e ne abbiamo parlato con Stefano Fava, Responsabile della struttura di Network Governance di Alleanza Assicurazioni e Project Manager di “Generazione Alleanza”.

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

 

#1 Stefano, quale sarà il futuro di una professione come quella del consulente assicurativo?

Con l’avvento del terzo millennio, e nello specifico della digital transformation, sono cambiate le abitudini di consumo delle persone. Si pensi ad esempio al diffondersi di piattaforme online e a come queste abbiano cambiato il modo in cui fruiamo ogni giorno di prodotti e servizi. Molti lavori sono cambiati, alcuni sono scomparsi.

Quello del consulente assicurativo, invece, non è stato messo in difficoltà dalla rivoluzione tecnologica. Anzi, la professione si è rafforzata, ha utilizzato la tecnologia per essere più vicina al cliente è più efficace nella analisi dei suoi bisogni. Bisogni che esistevano ieri ed esisteranno in modo ancor più marcato in futuro.
Parliamo di
previdenza, ossia del tema pensioni, che interessa il futuro di ciascuno di noi; di protezione, perché, dato il welfare pubblico in Italia, saranno sempre più necessarie coperture aggiuntive per assicurare il benessere delle famiglie; del risparmio, un tema sempre attuale e degli investimenti, con l’odierna crisi di credibilità delle banche e la volatilità dei mercati si ha infatti necessità di una nuova figura di riferimento, come appunto il consulente assicurativo.

 

#2 Nonostante tutto, il ruolo del consulente assicurativo sembra comunque non attrattivo. Cosa significa esattamente svolgere questo mestiere?

È vero, il ruolo è legato a preconcetti sbagliati: ma oggi fare il consulente assicurativo in Alleanza è molto di più che vendere delle polizze. In particolare, svolgere questo mestiere significa:

  • Imparare una professione in un contesto giovane, dinamico, pieno di passione e “social”, dove la relazione sia interna tra collaboratori sia con i clienti diventa centrale. In Alleanza si lavora in squadra, attraverso il supporto reciproco e un affiancamento costante con l’obiettivo di realizzare una crescita individuale ma anche di team.
  • Essere supportati da tecnologia innovativa, non a caso Alleanza è la prima rete digitale in Europa. Da Aprile tutti i nostri Responsabili Clienti saranno inoltre dotati di tablet per effettuare l’analisi dei bisogni dei clienti e la vendita in totale mobilità.
  • Gestire un portafoglio di clienti e di famiglie che Alleanza ti affida raggiunto un adeguato livello di formazione. Fare il consulente assicurativo per noi non significa vendere una polizza ma gestire nel tempo relazioni con i clienti, supportandoli nella realizzazione dei loro progetti, costruendo una rete di protezione che dia serenità a loro e alle loro famiglie

Poter contare su un’azienda solida, sul mercato da 120 anni e con risorse, strumenti e capacità di investire nella crescita delle proprie persone è poi un “plus” da non sottovalutare.

 

#3 Quindi, è un lavoro che possono fare tutti?

Non è un lavoro per tutti.
È necessario un elevato livello di competenze sia relazionali che organizzative e, con la crescita della posizione all’interno dell’azienda, anche gestionali/manageriali. Noi accompagniamo le persone nel percorso di inserimento e di successivo consolidamento e crescita, andando ben oltre la sola formazione iniziale che consente l’iscrizione al Registro Unico Intermediari assicurativi.
In Alleanza abbiamo strutturato un processo formativo costante, che utilizza piattaforme online, intranet aziendale, formazione in aula ed affiancamento sul campo, con una attenzione personale alle nostre risorse.
I consulenti assicurativi di Alleanza ricevono formazione di alto livello e tutti gli strumenti per rispondere alle esigenze dei clienti nel migliore dei modi e per rispettare ampiamente le norme che regolano il settore, tra cui la Insurance Distribution Directive (IDD), che regola i rapporti con i clienti in termini di tutela dei diritti dei consumatori.

 

#4 Come si può fare, allora, per entrare a far parte della Rete Alleanza?

Alleanza ha lanciato un progetto, Generazione Alleanza  che ha al proprio centro il ruolo del consulente assicurativo, disegnato sul tema delle aspettative, delle ambizioni e delle preoccupazioni della generazione dei Millennials. Tutto è partito da uno studio che abbiamo effettuato per indagare meglio il rapporto di questa generazione con il mondo del lavoro ed è emerso che i Millennials cercano attività professionali che valorizzino merito, autonomia, tecnologia e relazione. Il loro obiettivo è soprattutto quello di trovare un impiego che permetta di imparare una professione qualificata e di ricevere formazione continua e stimolante.

Analizzando i risultati di questa ricerca ci siamo accorti che il nostro modello di azienda è in grado di dare delle risposte puntuali alle esigenze dei Millennials ed è in linea con le loro ambizioni. Da qui siamo partiti con il progetto Generazione Alleanza e ad oggi abbiamo bisogno di tremila talenti in tutta Italia. Attraverso convention di recruiting e percorsi di selezione contiamo di centrare l’obiettivo entro il termine del 2019.

 

#5 Avete già ricevuto dei feedback dai collaboratori entrati nel vostro mondo attraverso Generazione Alleanza?

Siamo solo all’inizio del progetto, ma i primi feedback sono positivi: ci dicono che, rispetto al mondo del lavoro attuale, l’offerta di Generazione Alleanza ha il plus di non porre limiti temporali o di guadagno. Infatti non offriamo stage o percorsi a tempo determinato, ma una professione, e più una persona lavora sodo più può raggiungere traguardi di soddisfazione.

I nostri consulenti assicurativi vengono spronati a credere in loro stessi, nelle proprie potenzialità e nella possibilità di vedere riconosciuti i loro meriti. Un altro feedback positivo riguarda la possibilità di lavorare in team, in un ambiente giovane e in cui non si è mai lasciati soli di fronte alle sfide.

 

Grazie Stefano per aver fatto luce sul ruolo del consulente assicurativo e sulle potenzialità di questo incarico, che a volte vive nella penombra di qualche vecchio pregiudizio. Come entrare a far parte di Generazione Alleanza? Segui i nostri consigli in CV e colloquio di lavoro: tutto quello che c'è da sapereclicca il bottone qui sotto per inviare la tua candidatura!

 

Candidati ora ad Alleanza Assicurazioni

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!