AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
logo_moltodipiu_blu

Un nuovo modo di parlare ai giovani e al mondo del lavoro

Colloquio di lavoro con recruiting bot? Sei consigli per affrontarlo

Posted by Redazione on 25/06/20 10.14

Colloquio di lavoro con recruiting bot? Sei consigli per affrontarlo

Da: Redazione Pubblicato il: 25/06/2020
pubblicato in:
Condividi su:

I sostenitori dei recruiting bot, una nuova forma di colloquio di lavoro, affermano che essi consentono alle aziende di gestire meglio tutte le candidature ricevute per le varie posizioni di lavoro, eliminando immediatamente i candidati non qualificati. Ciò consente ai recruiter di concentrarsi sui candidati che hanno maggiori probabilità di essere adatti al ruolo desiderato. Il colloquio di lavoro tramite recruiting bot, quindi, è un momento importante nel processo di selezione e dovresti prenderlo molto seriamente. Come superarlo? Ecco qualche consiglio. Per un approfondimento, ti consigliamo anche di leggere "CV e colloquio di lavoro: tutto quello che c'è da sapere". 

 

Colloquio di lavoro con il recruiting bot: i consigli

 

recruiting bot modalità colloquio di lavoro

 

I recruiting bot sono entrati in gioco nel colloquio di lavoro grazie alla crescente digitalizzazione e hanno il pregio di permettere ai candidati di mettersi in contatto con l’azienda nei propri orari preferiti, indipendentemente da dove si trovino.

Man mano che i recruiting bot diventano sempre più diffusi nelle prime selezioni di lavoro, imparare a interagire con loro diventa importante.

 

1. Sii professionale

Quando i candidati sanno che c'è un bot dall'altra parte della loro conversazione, possono essere tentati di abbandonare la formalità che normalmente userebbero con un recruiter. Questo è un errore da non commettere: se sei in cerca di un impiego devi ricordarti che la conversazione con un recruiting bot è proprio come un colloquio di lavoro, anche se sei “al sicuro” nel tuo salotto. Il recruiting bot non è nient’altro che un programma che somministra domande e le registra nel tuo file personale per quella determinata azienda. I recruiter saranno in grado di vedere come si comportano i candidati, quindi mantenere un tono professionale è importante.

 

2. Dai risposte chiare e semplici

La tecnologia dei recruiting bot è all’avanguardia e abbastanza recente, per questo molti dei robot utilizzati per lo screening iniziale potrebbero essere limitati nella loro capacità di elaborare risposte complesse. Se sono previsti campi liberi, mantieni le tue risposte chiare e concise. E assicurati di menzionare le competenze pertinenti che sono elencate nell'annuncio di lavoro, proprio come faresti in un vero colloquio di lavoro.

 

3. Attento ai refusi nel colloquio di lavoro

Errori e risposte off-topic o inappropriate possono eliminare le tue possibilità di avanzare nella selezione. Nelle risposte scritte, fai attenzione all'ortografia e assicurati che le tue risposte siano in linea con il tuo curriculum e con i requisiti indicati nella descrizione del lavoro. Se invece ti viene richiesta una risposta audio o video, comportati in modo professionale come faresti se fossi davanti a un esaminatore.

 

4. Non usare abbreviazioni o emoji

Spesso, nei messaggi di testo digitali, si tendono ad utilizzare abbreviazioni ed emoji. Nel caso di un colloquio di lavoro con il chatbot ti consigliamo di evitare le emoji, fare attenzione alla punteggiatura e non lasciare frasi incompiute. Il mezzo può indurti a sentirti rilassato e “casual”, ma stai in guardia perché si tratta sempre di una forma di colloquio di lavoro.

 

5. Fai domande

Può sembrare controintuitivo, in fondo il recruiting bot è un programma. Tuttavia, in molte occasioni è possibile porre delle domande: il software è codificato per comprendere una serie di possibili query e linguaggio naturale, tra cui ad esempio "qual è la cultura dell’azienda?”. Molto probabilmente non riceverai una risposta coerente, ma le tue domande verranno registrate e alla fine visualizzate da una persona che si metterà in contatto, già informata dei tuoi desideri e interessi. Avrai quindi la possibilità di proseguire nel processo di selezione con spunti di conversazione più efficaci. Il peggio che può succedere è che il recruiting bot non capisca la domanda, nel qual caso probabilmente potrà comunque prenderne nota e inoltrarla alla persona giusta.

 

6. Non testare o molestare il recruiting bot durante il colloquio

Ci sono persone che, quando si rendono conto che il recruiting bot non è un essere umano, ci “giocano" per vedere come risponde alle interazioni.

Sii te stesso con il recruiting bot, ma anche educato. Ricordati che fa parte di un processo di selezione, e sebbene un assistente digitale non possa giudicare le tue maniere, la tua interazione verrà inoltrata a un essere umano, quindi mantieni lo scambio cortese.

 

 

Sei pronto ad affrontare il colloquio di lavoro con il recruiting bot? Questo metodo moderno, abilitato dall'intelligenza artificiale, è in grado di imitare la complessità di una conversazione umana e sta diventando uno strumento di selezione sempre più comune.

Ma attenzione! Anche di fronte ad un recruiting bot è necessario curare il proprio aspetto e gli abiti: il recruiting bot durante il colloquio di lavoro potrebbe chiederti di accendere la telecamera per registrare un video-messaggio!

 

Clicca il bottone qui sotto per leggere i nostri consigli di stile nell’affrontare un colloquio di lavoro! 

Il colloquio di lavoro: consigli di stile