AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
Molto di più

Un nuovo modo
di parlare ai giovani
e al mondo del lavoro

Come usare LinkedIn "like a pro" per trovare lavoro

Posted by Cristina Magaglio on 01/06/18 16.23

Come usare LinkedIn "like a pro" per trovare lavoro

Cristina Magaglio 01/06/18 16.23 pubblicato in Il mondo del lavoro

 

Come si usa LinkedIn per trovare lavoro? Quali sono le aree del profilo che bisogna ottimizzare? Come si può fare un buon networking? Abbiamo già affrontato alcune questioni in questo articolo "CV online: 10 regole d’oro per ottimizzare il tuo profilo LinkedIn!", ma ora rispondiamo con qualche consiglio mirato sul social più utilizzato per cercare lavoro.

L'ABC del mondo del lavoro

Da un’analisi di We Are Social è emerso che LinkedIn è il quinto social network più utilizzato in Italia (dopo Facebook, Instagram, Google+ e Twitter), conta 11 milioni di iscritti ed è usato principalmente a livello lavorativo, per creare il proprio network di professionisti o per cercare lavoro. 

Non utilizzare questo canale, quindi, significa perdere una grande opportunità per cercare lavoro. D’altronde, i social media sono uno strumento molto utile per creare il proprio personal branding: ne abbiamo già parlato nell'articolo "Personal branding in azienda: il kit per il corretto utilizzo dei social media".  

Per usare LinkedIn in maniera produttiva, però, non basta avere un account, infatti bisogna saperlo sfruttare in modo professionale curando tre diversi aspetti: chi sei, qual è il tuo network e quali sono le tue conoscenze. Capiamo subito come usare LinkedIn con alcuni dati a supporto!

 


#1 "Chi sei" online?


  • Foto: deve essere professionale, a mezzo busto e ritrarti con un’espressione neutra. In questo modo ti garantisce 14 volte più views rispetto ad un profilo senza immagine;
  • Headline: deve catturare l’attenzione. Scrivi qual è la tua attuale mansione e quali sono le tue passioni;
  • Keywords: non aver paura di usarle, possono aiutarti a comparire meglio e prima nei risultati di ricerca;
  • Summary: deve essere lungo 40 o più parole. Inserisci i milestones della tua carriera, le tue aspirazioni, le keywords e, se vuoi, qualche link che arricchisca la tua storia;
  • Esperienza di lavoro e percorso di studi: inseriscili dal più al meno recente e dettaglia bene le voci. In questo modo otterrai fino a 12 volte più visualizzazioni del tuo profilo;
  • Lavori precedenti: opta per una visualizzazione dinamica e visivamente attraente inserendo foto, video o blog posts;
  • Esperienze di volontariato e cause a cui tieni: inseriscile sempre, ti permettono di ottenere fino a 6 volte più visualizzazioni del profilo rispetto a chi non le indica;
  • Skills: includi un mix di competenze generali e di nicchia e non dimenticare di chiedere l’endorsement;
  • Endorsement: conta di più la qualità della quantità. Cerca delle “raccomandazioni” di valore, ne bastano una o due rilevanti per alzare il livello di qualità del tuo profilo;
  • Profilo personale: cerca di ottimizzarlo al 100% e di mantenerlo aggiornato e completo. Un profilo ben strutturato ha 40 volte più possibilità di ricevere delle opportunità lavorative. 

 

 #2 E il network? Purché sia di qualità! 

  • Qualità VS quantità: connettiti con persone che conosci, cercando di stabilire connessioni di qualità. Non puntare alla quantità, su LinkedIn non è così importante. Quindi, non richiedere il collegamento a tutti e non accettare chi non conosci o che non può portarti valore;
  • Messaggi personalizzati: sono fondamentali se vuoi connetterti con qualcuno che non vedi da tempo o che conosci in modo superficiale. Come nella vita offline, per poter stringere un’amicizia è necessario presentarsi;
  • Interazione e pubblicazione: questi sono i due passaggi fondamentali per mantenere una buona relazione con il tuo network. Interagisci con le pubblicazioni dei tuoi collegamenti e ricorda non solo di postare ma anche di pubblicare, di tanto in tanto, veri e propri articoli. 

 

#3 Gruppi, employers e Alunni: metti in mostra le tue conoscenze

  • Per trovare aggiornamenti di sicuro interesse e discussioni sui temi del momento puoi usare la funzione di ricerca e connetterti con i migliori gruppi del tuo settore. Se non trovi un gruppo all’interno della funzione di ricerca è possibile che questo sia privato: chiedi alle persone giuste per ricevere un invito ad accedere;
  • Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news del tuo settore o di quelli affini cerca e segui i dipendenti di aziende che ti interessano;
  • Tra ex studenti è più facile intendersi ed essere introdotti in nuovi ambienti: connettiti con gli Alumni della tua università. Li puoi trovare attraverso la pagina ufficiale dell’ateneo! 

 

Ecco alcuni consigli per ottimizzare il tuo profilo LinkedIn, ora non ti resta che metterli in pratica e diventare un vero professionista di questo social network! 

Cerchi altri consigli per migliorare il tuo CV e affrontare con serenità il tuo prossimo colloquio? Leggi CV e colloquio di lavoro: tutto quello che c’è da sapere!

Il tuo profilo ha avuto successo e sei stato convocato per un colloquio di lavoro? Niente paura, abbiamo preparato un glossario sulle parole che non puoi non conoscere, clicca qui sotto e scaricalo! 

 

L'ABC del mondo del lavoro

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social!