AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
logo_moltodipiu_blu

Un nuovo modo di parlare ai giovani e al mondo del lavoro

Disuguaglianza di genere nel lavoro: è ancora così?

Posted by Redazione on 26/11/21 15.24

Disuguaglianza di genere nel lavoro: è ancora così?

Disuguaglianza di genere nel lavoro
Da: Redazione Pubblicato il: 26/11/2021
pubblicato in:
Condividi su:

1 uomo su 4 ha difficoltà ad accettare un capo donna. È quanto emerge dalla ricerca “Women in Charge: analisi delle differenze di genere ai vertici delle imprese” condotta da Badenock + Clark, in collaborazione con JobPricing. Questo studio evidenzia come, anche in presenza di donne capaci, che sono state in grado di raggiungere posizioni apicali nelle aziende, la vita per loro sia tutt’altro che semplice.

Dalle 580 donne intervistate, i cui ruoli aziendali oscillano tra quadri e manager, è emerso che ad una donna vengono richieste performance più alte, e che in campo di retribuzione e promozioni lavorative i colleghi uomini godono di benefici migliori.

Le donne ai posti di comando oggi sono 93mila in più rispetto a 10 anni fa, come mostrano i dati dell’Osservatorio sull’Imprenditoria femminile di Unioncamere e InfoCamere. Sono numeri sicuramente positivi e che dimostrano come negli anni siano stati ottenuti importanti risultati in tema di gender equality. Tra questi va riconosciuta la sempre maggiore consapevolezza in merito alla disuguaglianza di genere. Ma seppur riconoscere un problema sia il primo passo verso il suo superamento, questo non è sufficiente per eliminare le disparità.

 

Ma che cos’è la disuguaglianza di genere? Quali azioni concrete possono essere introdotte per contrastarla? Scoprilo nel nostro articolo.

 

Indice:

- Disuguaglianza di genere: una definizione

- Indice di disuguaglianza di genere: che cos’è

- Come contrastare la disuguaglianza di genere

report donne e lavoro

Disuguaglianza di genere: una definizione

Come si legge nel volume “AGENDA 2030. Un viaggio attraverso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile” la disuguaglianza di genere può essere definita come qualsiasi discriminazione basata sul sesso che limiti o impedisca sia a uomini che donne di sviluppare le proprie potenzialità, di raggiungere una determinata carriera professionale e di fare scelte in libertà, ostacolando così il raggiungimento della gender equality.

Raggiungere l’uguaglianza di genere è il quinto obiettivo del Millennio secondo le Nazioni Unite, in quanto si tratta di una condizione indispensabile per un mondo sostenibile e pacifico. È fondamentale, perciò, continuare a lavorare per ridurre sempre di più violenze e discriminazioni verso la popolazione femminile mondiale, che purtroppo è ancora la più penalizzata.

Disuguaglianza di genere che cos'èIndice di disuguaglianza di genere: che cos’è

Esiste uno strumento che ha l’obiettivo di misurare il progresso dell'uguaglianza di genere nell'Unione Europea: si tratta del Gender Equality Index, sviluppato dall'European Institute for Gender Equality (EIGE) nel 2013. Esso mette in evidenza quali sono le aree che necessitano miglioramenti e offre dati utili ai decisori politici per la progettazione di misure sempre più efficaci per raggiungere una reale parità di genere.

Annualmente l’indice attribuisce all’UE e agli Stati Membri una votazione da 1 a 100. Se un paese ottiene il punteggio massimo significa che ha raggiunto la piena uguaglianza tra donne e uomini. Più il numero decresce, più si accentua il divario.

La votazione finale è il risultato dell’analisi di numerosi indicatori che afferiscono a specifici domini. Quelli presi in considerazione dall’indice sono sei e vengono riportati dal sito ufficiale dell’EIGE.

Lavoro

Misura la parità di accesso all'occupazione e le condizioni di lavoro.

Denaro

Rileva la disuguaglianza di genere nell'accesso alle risorse finanziarie e la situazione economica di donne e uomini.

Conoscenza

Misura il divario di genere nei risultati scolastici, nell’accesso all'istruzione e nei percorsi formativi intrapresi.

Tempo

Rileva la disparità nella distribuzione del tempo riservato alla cura della casa e della famiglia e alle attività sociali.

Potere

Misura l'uguaglianza di genere sulla base del numero di rappresentanti donne e uomini che ricoprono importanti posizioni politiche, economiche e sociali.

Salute

Stato di salute, comportamento sanitario e accesso ai servizi sanitari sono i tre sottodomini considerati nella misurazione dell’uguaglianza di genere.

 

Il punteggio ottenuto dall’Unione Europea nel 2021 è pari a 68 su 100. Di seguito un’immagine che riporta la situazione attuale mappata dal Gender Equality Index per ciascun paese dell’UE.

Figura 1, Fonte: Openpolis

 

La classifica vede la Svezia al primo posto tra i Paesi con il maggiore punteggio sulla parità di genere, pari a 83,8. Seguita da Danimarca (77,4) e Francia (75,1). L’Italia occupa il 14° posto in classifica.

Come contrastare la disuguaglianza di genere

Negli ultimi anni l’Unione Europea ha dedicato una crescente attenzione nei confronti della disuguaglianza di genere, impegnandosi attivamente nell’approvazione di piani e iniziative volte a raggiungere una sempre maggiore parità. Seppur l’impegno dimostrato sia lodevole, bisogna fare i conti con i lunghi tempi di attuazione degli Stati Membri. La strategia per la parità di genere 2020-2025, per esempio, non ha ancora portato al raggiungimento di risultati concreti.

Le azioni messe in atto dall’Italia per contrastare la disparità di genere si sono concentrate sul mondo del lavoro. Tra queste possiamo citare:

  • Bonus per servizi di babysitting e supporto alla genitorialità;
  • Misure a sostegno dell’imprenditoria femminile;
  • Attuazione dell'art. 51 della Costituzione, che si fonda sull’affermazione dell’uguaglianza di accesso alle cariche elettive;
  • Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che identifica la parità come una delle priorità da perseguire.

Quello di Alleanza Assicurazioni è un ambiente lavorativo inclusivo e paritario, in cui quasi il 50% della rete di vendita è costituita da donne. Siamo alla costante ricerca di nuove risorse di talento con cui continuare a crescere, ed è proprio con la finalità di reclutare e formare giovani ambiziosi ed interessati al mondo assicurativo che abbiamo creato un programma come Generazione Alleanza e la nuova campagna di Talent Attraction #AMOILMIOLAVORO.

 

Se ti interessa saperne di più sulle difficoltà e sulle opportunità che attendono una donna nel mondo del lavoro oggi, clicca il pulsante qui sotto e scarica il Report gratuito "Donne e mondo del lavoro".

report donne e lavoro