AREA DOWNLOAD
CANDIDATI ORA
logo_moltodipiu_blu

Un nuovo modo di parlare ai giovani e al mondo del lavoro

Primo giorno di lavoro: cosa aspettarsi?

Posted by Redazione on 15/04/22 10.08

Primo giorno di lavoro: cosa aspettarsi?

Primo giorno di lavoro
Da: Redazione Pubblicato il: 15/04/2022
pubblicato in:
Condividi su:

Superata la fase dei colloqui di selezione, arriva il momento tanto atteso: l’entrata nel contesto lavorativo.

Tecnicamente, questa fase si chiama processo di onboarding aziendale e dura dal primo giorno di lavoro fino ai primi mesi in cui il nuovo collaboratore inizia ad ambientarsi tra i propri colleghi, imparando le attività che andrà a svolgere.

Cosa aspettarsi quindi dal primo giorno di lavoro? In questo articolo daremo qualche indicazione utile!

Come comportarsi il primo giorno di lavoro

Innanzitutto, è fondamentale essere puntuali: calcola quindi il tempo necessario per raggiungere l’ufficio con 10/15 minuti di anticipo e considera tutti gli imprevisti che potrebbero accadere. Ad esempio, se utilizzi i mezzi pubblici valuta l’idea di prendere la corsa prima rispetto a quella che prenderesti normalmente.

Allo stesso modo, rispetta gli orari abituali dell’ambiente di lavoro in cui sei entrato. Allineati con la pausa pranzo dei tuoi colleghi, fai una pausa caffè quando te la propongono e non uscire prima dell’orario stabilito, a meno che non sia proprio il tuo capo a dirti di farlo.

Ricorda: è il primo giorno di lavoro quindi stai ufficialmente lavorando, ma magari ti saranno concesse maggiori flessibilità durante questa giornata.

Inoltre, il primo giorno di lavoro sarai introdotto al tuo team, alle attività che dovrai svolgere e agli strumenti che userai quotidianamente. Sarà un momento ricco di informazioni, come anche i giorni successivi: preparati quindi un’agenda e un blocco note in cui scrivere ciò che ti verrà detto.

Primo giorno di lavoro

Non esitare a fare domande, anche se ti sembrano banali! È normale in un primo momento cercare di orientarsi ed essere propositivi è sicuramente una soft skill apprezzata. Se invece non hai domande, mostra sempre attenzione e interesse verso ciò che viene riferito.

L’abbigliamento è importante non solo durante i colloqui ma anche per il primo giorno in ufficio. Dai colloqui potrai aver intuito lo stile aziendale e la cultura interna quindi scegli dei vestiti che possano essere in linea con quelli dei tuoi colleghi. Se si tratta di un ambiente di lavoro informale non è detto sia necessaria la giacca e la cravatta, viceversa, per un impiego molto formale è meglio evitare un outfit casual.

Il colloquio di lavoro: consigli di stile

 

Infine, cerca di non usare il telefono per scopi personali. Durante le pause sarà legittimo farlo, ma non distrarti con le notifiche dei messaggi e dei social network e rispondi solo alle chiamate davvero urgenti.

 

Relazionarsi con i colleghi il primo giorno di lavoro

Il primo giorno di lavoro non solo riceverai tante nuove informazioni, ma conoscerai molte nuove persone.

Per questo, cerca di ricordare i nomi dei tuoi colleghi associandoli a qualche connotato fisico. Ad esempio “Anna ha i capelli corti, ricci e scuri e porta gli occhiali; Sara è alta, ha gli occhi verdi e i capelli lisci biondi”. Nel tempo imparerai a riconoscerli, ma in questo primo momento cerca di impegnarti a ricordare i nomi dei tuoi colleghi più stretti.

Con il passare dei giorni è probabile che la distanza interpersonale con i tuoi colleghi diminuirà, ma durante il primo giorno di lavoro serve discrezione: non parlare in modo approfondito di aspetti personali, soprattutto se delicati, e non chiederli.

Questo però non significa non essere aperti alle conversazioni: mostra spirito di gruppo, partecipa ai discorsi e inizia a prendere confidenza con i nuovi colleghi.

Primo giorno di lavoro colleghi

La discrezione è la base anche per i social network. Se è normale e accettato inviare richieste di collegamento su LinkedIn, aspetta qualche settimana per seguire i tuoi colleghi su Instagram o TikTok e chiedere l’amicizia su Facebook. Questi ultimi, infatti, sono media più personali: quando ci sarà una maggiore confidenza sarà naturale scambiarsi i contatti social ma, all’inizio, potrebbe sembrare poco consono. Inoltre, nel farlo, considera sempre la differenza generazionale: se per un giovane della Generazione Z i social sono normalità e condivisione, può non essere lo stesso per i Millennials o per i colleghi ancora più grandi.

È possibile seguire lo stesso principio anche per le app di messaggistica istantanea: Hangout è un’ottima soluzione all’inizio, mentre WhatsApp e Telegram saranno usati, forse, in futuro.

 

Come diminuire l’ansia del primo giorno di lavoro

È normale avere ansia per il primo giorno di lavoro: si tratta un’esperienza nuova, con persone sconosciute e tante nuove cose da conoscere e capire. Chiedersi cosa ci si aspetta da questa nuova esperienza aiuta a diminuire l’incertezza, fissare i primi obiettivi e tracciare un’iniziale direzione del proprio percorso.

L’incertezza iniziale, soprattutto per i più giovani alle prime esperienze nel mondo del lavoro, può riguardare anche le competenze possedute, ad esempio l’essere in grado di svolgere le attività richieste e dimostrare di avere davvero le skill riferite durante il secondo colloquio, di tipo tecnico.

Ricorda: credi in te stesso e nelle tue capacità perché hai già dimostrato di averle rispondendo alle diverse domande durante i colloqui, se no non saresti parte del loro team! Inoltre, nei mesi colmerai eventuali lacune conoscitive svolgendo i diversi compiti assegnati, partecipando a percorsi di formazione specifici e lavorando in team sfruttando il mentoring aziendale.

Come abbiamo anticipato, durante il primo giorno di lavoro riceverai tante informazioni diverse, quindi, è normale sentirsi confusi e spaesati. Nel corso del tempo ogni cosa diventerà semplice e automatica ma nel frattempo, annota tutto e non farti trovare impreparato.

 

 

Come arrivare a questo momento tanto atteso? Scopri l'approfondimento sulle skill maggiormente richieste nel mondo del lavoro!

skills per il mondo del lavoro